Translate

lunedì 24 maggio 2010

Classica: La scuola francese. Discografia minima


Data la mole delle segnalazioni discografiche che avrei dovuto fare, ho optato per una breve discografia (30 album) che possa essere quanto più rappresentativa del post sulla classica francese. Consideratela come una discografia di partenza; se volete approfondirla, contattatemi lasciando un messaggio nei commenti: cercherò di darvi ulteriori informazioni.

Classicisti:
-Cd 17 e 18 dal box “200 years of music at Versailles: a journey to the heart of French Baroque”, Centre de Musique Baroque De Versai, 2008. Il cd 17 “The rise of French Symphony” è una buona introduzione all’arte sinfonica francese: oltre ad una breve introduzione su Goussec, contiene sinfonie di Simon Leduc e H.J. Rigel; il cd 18 “Alla corte di Versailles” risalta i lavori “strings” in quartetto o quintetto tra cui si apprezzano gli autori Devienne e Vachon.
Se non riuscite a possedere questi cd del box, allora potete prendere:
-Gossec, Symphonies, London Mozart Players
-Jadin/Vachon, String Quartets, Rasumovsky Quartet

-Mehul, Ouvertures, Sanderling

Romantici:
-Berlioz, Harold en Italie, Gardiner
Symphony fantastique, Bernstein
-Alkan, Concerto for solo piano op 39, Hamelin
-Bizet, L’arlesienne, Minkowski
-Saint-Saens, Symphony no. 3/Carnival of the animals, Pretre
The three violin concertos, Brabbins
-Fauré, Requiem, Op. 48; Pelléas et Mélisande, Suite, Op. 80; Pavane, Op. 50, Dutoit
Deux quintettes piano & cordes, op 89-115, Quatour Via Nova
-Franck: Complete masterworks for organ, Murrey

Impressionisti:
-Debussy, The Complete works for piano, Gieseking/
Prelude a l’apres-midi d’une faune /Images/Printemps, Boulez
La Mer / Nocturnes / Jeux / Rhapsodie pour clarinette et orchestre, Boulez
-Ravel, Boléro/La valse, etc. Dutoit
Piano Concertos, Gaspar la nuit, Cluytens

Surrealisti/Neoclassici:
Satie, The very best of Satie, Virgin Classics
Poulenc: Concert champetre, Sinfonietta, Suite francaise, etc., Rogé, Dutoit
Honegger: Pacific 231, Rugby, Fournet
Milhaud : La creation du monde, Bernstein

Moderni/Contemporanei :
-Messiaen, Quatour pour la fin de temps, Couraud
-Dutilleux, Symphonies 1-2, Yan Pascal Tortelier
-Boulez, Le marteau sains maitre, Boulez
-Varése, The complete works, Chailly
-Schaeffer, L’oeuvre musicale, Musidisc (con Pierre Henry)
-Grisey, Les espace acustiques, Asbury
-Murail, Complete piano music, Nonken
-Dalbavie, Piano concerto tratto da “Shadows of silence” Leif Ove Andsnes
-Bacri, Une Priére, Bichkov
-Mantovani, Le sette chiese, Malkki

2 commenti:

  1. Gent.mo, grazie delle dritte utilissime. Per cortesia, siccome sono quasi all'inizio di questo percorso di avvicinamento alla classica francese, potresti consigliarmi altri titoli? In rete ho trovato molto poco a riguardo...ma, si sa, il tempo dirà la sua...quei francesi erano molto più liberi e meno costretti a schemi prefissati, rispetto p.e. agli italiani dello stesso periodo...grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
  2. Gentile Anonimo,

    non amo molto ricevere di richieste di approfondimento da parte di persone che non si firmano. E' come dare informazioni a gente che non ha un volto. Le sarei molto grato se potesse svelarsi (almeno con un nome), mandandomi una e-mail all'indirizzo ettoregarzia@gmail.com

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.