Translate

venerdì 2 aprile 2010

Slow Six: Tomorrow becomes you





Gruppo di post-rock americano in pieno stile del genere, giungono alla terza prova su disco: pur non essendo particolarmente innovativi se relazionati al movimento sviluppatosi dagli anni novanta ad oggi, riescono tuttavia ad affascinare grazie a quell'ibrido tra musica da camera (in primis) con sfumature progressive e ambient che si ascoltano nelle loro suites. Lo dico spesso che il post-rock si è un pò appiattito e sembra aver esaurito più che altro quella carica di novità che lo caratterizzava agli esordi. I Slow Six comunque sono in tal senso una delle poche band ancora di alto livello e "Tomorrow becomes you" continua positivamente il percorso iniziato in "Nor'easter" (andatelo a riascoltare) grazie ad alcuni brani di vero spessore come "The night you left New York" ,"Cloud Cover", "These rivers between us".

Ornette Coleman ha detto di loro ....."This music should be used in hospitals to cure brain cancer."

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.