Translate

venerdì 19 febbraio 2010

The Unthanks. Here's the Tender Coming.



Seconda prova per le due sorelle Unthanks, che viene dopo lo splendido esordio "The Bairns" . Mentre in quel disco dominava il piano come strumento di accompagnamento alle tristi storie narrate dalle due, in questo vi è una propensione maggiore all'uso strumenti da orchestrina. "Here's the Tender Coming" è inferiore al primo: ha una prima parte notevole, con un brano in particolare che si erge nel contesto, "Lucky Gilchrist", ed una seconda parte con buone canzoni che abbassa il giudizio finale. Comunque sia, viene confermata la bravura di queste due artiste nel riproporre il folk tradizionale britannico con un umore narrativo decisamente proprio e personale. (e in questo senso si inseriscono nel nuovo filone folk che ha in Joanna Newson la massima rappresentante) . Vi sono echi della primissima acustica Joni Mitchell, madre di tutti i movimenti folk dei decenni successivi, e percorsi vocali cari alla parte meno introspettiva del famoso duo Simon & Garfunkel: caratteristica che ricorre frequentemente nel cd e che mostra una apertura per la coniugazione del folk con versanti pop.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.